La strage dell’Ospedale Psichiatrico di Vercelli.

Tra le pratiche dei processi custoditi in Archivio di Stato, emergono quotidianamente continue conferme.
Tanto gli eccidi partigiani dell’immediato dopo guerra furono totalmente privi di giustificazioni legali, che furono istituiti processi a fascisti che in realtà erano già stati crudelmente e frettolosamente eliminati.
E’ il caso dei più di 50 prigionieri prelevati dal Campo Sportivo di Novara, dove erano reclusi dopo essersi arresi alle formazioni partigiane, e trucidati nelle maniere più barbare all’interno dell’Ospedale Psichiatrico di Vercelli.
Questo è il volto del Maggiore Lilio Stefanucci e questa è la testimonianza di Don Francesco Manzo che dovette assistere all’eccidio.
A compiere la strage noti partigiani biellesi.
Alcuni negli anni li avevo conosciuti.
Come si possa vivere col peso di simili crudeltà, mi è veramente incomprensibile.

 

Precedente Unipiano di Valmaggia. Successivo Oggi papà mi è venuto a trovare.