Il Posto di Avvistamento Aerei di Graglia San Carlo

“Il giorno 15 dicembre 1943 ore 0,30 in localit√† Graglia San Carlo circa 40 persone mascherate armate di armi automatiche, moschetti, pistole e bombe a mano circondavano il posto di avvistamento per aerei sito in una baita su altura sovrastante il paese di Graglia e sparando colpi di moschetto, intimavano la resa ai 4 militi che presidiavano il posto”
I quattro militi si arresero ai partigiani che malmenarono il primo che aveva tardato ad uscire dalla baita, saccheggiarono il posto distruggendo l’impianto telefonico.
Asportarono quindi una trentina di coperte, i moschetti di dotazione, mezzo chilo di burro, venti chili di fagioli, riso, pasta, ritirandosi in direzione del Mucrone.
Anche la chiesa fu profanata e tutte le statue in terracotta vennero distrutte.
Ho chiesto da tempo notizie di questo posto d’osservazione aerea, senza ottenere risposte soddisfacenti da documenti e testimonianze.
Oggi sono salito a San Carlo per analizzare le costruzioni del luogo, e sono giunto alla conclusione che il presidio doveva essere ubicato proprio nella costruzione che si trova alle spalle della chiesa, dove attualmente si trova la sede del “Circolo del Pettirosso”, ex Rifugio San Carlo.
Il luogo si prestava sicuramente agli avvistamenti e tuttora, nonostante la vegetazione sia di molto infoltita, consente allo sguardo di spaziare sull’immensa pianura sottostante.

Precedente Le tombe dei Caduti della Guerra Civile Successivo Attentati e Rappresaglie